Tempo di Natale, vai al Banco Editoriale

banco editoriale

Le persone che non leggono possono esser classificate in mille modi, per me non conoscono la bellezza della cultura in senso lato. Ci sono anche coloro che vorrebbero leggere ma non possono farlo, questi ultimi di sicuro ispirano un misto di tenerezza e dispiacere. Devono essere partiti da una considerazione simile i ragazzi che hanno lanciato la prima edizione dell’iniziativa Banco editoriale. Si parte da Verona, la speranza è che altre città seguano il buon esempio. E’ molto semplice:  si acquistano libri da donare a chi non può permetterseli … meglio se sono libri sull’ambiente, aggiungo io 🙂 Il 16, 17 e 18 dicembre in gran parte delle librerie di Verona troverete i ragazzi volontari del Banco editoriale pronti a raccogliere le donazioni di libri nuovi per poi recapitarli a chi non può permetterseli. Nello specifico alla biblioteca del carcere di Montorio (Vr) e ai minorenni delle case famiglia del Don Calabria. Sapete qual è il libro più gettonato del momento? Il Piccolo Principe secondo il sondaggio sulla pagina Facebook del Banco editoriale … come non ricordare la sua rosa e il dramma dei baobab…

 Quanti regali state per comprare? Aderite all’iniziativa, in tanti vi ringrazieranno di cuore!

Anna Simone

P.S. Aspetto iniziative simili in altre città

4 pensieri su “Tempo di Natale, vai al Banco Editoriale

  1. E’ tutto bello e giusto ciò che dici … ma dissento soltanto dai primi righi (Le persone che non leggono possono esser classificate in mille modi, per me non conoscono la bellezza della cultura in senso lato. )
    Per me l’amore della lettura va proposto fin da piccoli ma gradatamente e senza mai imposizione… Soprattutto nei bambini va inculcato con calma, pazienza, interessandoli ma non forzandoli… non mi sentirei mai di dire soprattutto nella fase iniziale” Le persone che non leggonopossono essere classificate in mille modi ecc… ecc…) li spaventerei e li allontanerei in ciò che invece deve diventare sotto una giusta guida…desiderio personale di apprendere leggendo…i toni forti a mio avviso allontanano un traguardo invece di avvicinarlo…
    Una buona serata
    Fata scalza

  2. Ciao Fata scalza! L’educazione familiare e scolastica ha un forte peso, tuttavia da grandi bisogna avere la curiosità di avvicinarsi alla lettura anche se non ce l’hanno trasmessa.
    Non so se ti e’ capitato di sentire quelli che si vantano “Io non leggo più dai tempi della scuola”…

    1. No, non mi è mai capitato… sarò fortunata? Non so! E comunque credo che ciò che gradatamente s’insegna con amore nella scuola e nella famiglia sia fondamentale… nulla può fare un adulto se da piccolo non gli sono statio inculcati interessi, nozioni e quant’altro… una botte non si riempie come d’incanto dalla sera alla mattina,uno scrittore non s’improvvisa scrittore se non ha un notevole bagaglio culturale alle spalle e così un lettore… se non ha mai preso topolino, come può leggere volentieri se pensa che sia inutile proprio perchè non ha avuto un tipo di educazione corretta?
      Noi a scuola proprio per favorire la lettura abbiamo allestito un’aula dove non solo i bambini, ma anche i genitori possono venire a leggere, facendo anche “scambio libro” … in tal modo si avvia sempre con calma ad amare la lettura, anche chi non è stato fortunato…
      L’amore e non frasi forti, sono per me, alla base di ogni cosa… non certo l’imposizione che allontana ancor di più…

  3. Ciao fata scalza, bellissima idea quella dell’aula di lettura e scambio libri per genitori/bambini… nella mia non c’era nulla 😦

    Tra l’altro io fino alla fine del liceo ho considerato la lettura come una palla assoluta, mi hanno sempre propinato libri noiosi… poi ho iniziato a leggere Camilleri e Coelho e non mi sono più fermata recuperando il tempo perso e qualche classico che non avrei mai pensato di trovare affascinate. Adesso le spese fisse sono per il libri, non li prendo in biblioteca perché voglio tenerli con me dopo averli letti!
    A presto
    Anna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...