Le sagre producono migliaia di plastica

La bella notizia è che le sagre enogastronomiche non hanno risentito affatto della crisi, la brutta, invece, che producono inquinamento da usa e getta!

A fine evento sono milioni i piatti e i bicchieri, quasi sempre di plastica, che finiscono nel cestino dell’immondizia… spesso nell’indifferenziata. Cosa fare allora? In primis utilizzare lo stesso bicchiere, non cadrà il mondo se qualche residuo di goccia di vinello rosso contaminerà il nuovo assaggio di vino bianco. E poi anche i piatti potrebbero essere riutilizzarti. Certo dipende dal tipo di portata ma in linea di massima si può fare! Ad esempio se in origine c’erano delle bruschette, volendo potrebbe essere usato una seconda volta per mettere della pasta o della carne.

Un ruolo essenziale spetta anche all’organizzazione: prevedere dei cestini con raccolta differenziata, oppure distribuire un kit con tovaglilo, posate, bicchiere e piatto non di plastica potrebbe essere fattibile. Insomma, ognuno si organizzi come meglio crede l’importante è impattare meno anche durante il clima di euforia mangereccia!

Buone sagre, molto meglio se ecologiche 🙂

Anna Simone

Un pensiero su “Le sagre producono migliaia di plastica

  1. Pingback: Il seggio elettorale green che non ti aspetti! |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...