Giardino: come e perché curarlo anche in inverno

Tra le cose che più mi mancano della vita in Ciociaria spicca il giardino, è davvero piacevole affacciarsi alla finestra di casa e vedere erba, fiori, alberi e uccellini che beccano i rami o il terreno alla ricerca di cibo. Ora vivo a Milano e, come immaginerete, la vista urbana è diversa!
Il paradosso è che ho un paio di amici che vivono in campagna, hanno il giardino e, non rendendosi conto della ricchezza che hanno, non lo curano affatto. Questo post è per loro (so che mi leggono) e per tutti i pigri in materia di giardinaggio.

Giardino classico di Мастерская ландшафта Дмитрия Бородавкина
di Мастерская ландшафта Дмитрия Бородавкина/homify

Naturalmente, le idee da copiare per il giardino sono molte, ho raccolto quelle più semplici per intascare successi.

  • Se il nostro spazio verde ha uno o più muri laterali suggerisco di piantare l’edera rampicante così da avere nel giro di poco delle pareti super verdi che nascondono il cemento.

Ci sono varie specie di questa pianta, io suggerisco la cosiddetta edera comune, ma potete farvi consigliare dal vivaio.
Secondo me è una pianta efficiente: ha bisogno di poche cure per crescere rigogliosa, è sempreverde quindi dà un bel tocco di green tutto l’anno (e non è poco durante il gelo invernale o il caldo torrido estivo), si secca raramente, si adatta alla molta o poca luce, inoltre, produce delle piccole bacche di cui gli uccellini vanno ghiotti.
Piantandola ai piedi dei muri da coprire il risultato finale è garantito!

Giardino moderno di Melian Randolph
di Melian Randolph/homify

  • Per dare un tocco di colore al nostro giardino il mondo vegetale offe un’ampia scelta, le mie piante preferite sono quelle succulente, chiamate anche grasse.

Personalmente ho imparato a coltivarle da bambina (basta metterle in un vaso con della terra e annaffiarle poco), vi assicuro che rimangono in vita sempre e comunque. Non amo quelle con le spine, ma è una questione di gusti! Se date uno sguardo in rete vi renderete conto che ce ne sono tantissime, hanno forme affascinanti e necessitano di cure minime. Fioriscono una volta l’anno, improvvisamente, e i fiori sono suggestivi, forse perché inaspettati.

Tra quelle che ho, segnalo i generi: Echeveria, Crassula, Frithia pulchram e Sedum, ripeto ce ne sono molte, portate a casa quelle che più vi piacciono!

Giardino moderno di 어나더어스
di 어나더어스/homify

Negli anni passati il vostro discutibile pollice verde vi ha fatto accumulare fallimenti? È tempo di riscatto, a iniziare dai vasi di terracotta rotti, magari accantonati in un angolo nell’attesa di gettarli nella spazzatura (a proposito vanno nel cassonetto inerti quindi portati nell’isola ecologica).

  • Un buon modo per dargli una seconda vita è creare dei piccoli giardini, proprio con i cocci. Come si vede dalla foto in basso, serve un pizzico di fantasia, delle piante con poche pretese (quelle grasse vanno benissimo), qualche piccola decorazione di fortuna e uno o più vasi rotti.

mini_giardini_vasi_terracotta_cover

  • Oltre al verde poi è bene pensare ai piccoli ospiti che potrebbero trovare irrinunciabile il giardino di casa, penso agli uccelli e alle farfalle. Per i primi si possono appendere delle miscele di semi (si trovano nei negozi per animali), mentre per vedere svolazzare molte farfalle basta piantare rose, gerani, gigli, petunie, dalie, girasoli, mirtilli, lillà, calendula, Cosmos, violette, taget e Impatients, fiori di cui si nutrono in modo particolare.

semi uccellini

Non rimane che attivarsi per il nostro giardino!

Anna Simone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...