#LasciatemiCantare: le tenere allodole hanno bisogno di noi

“Lasciatemi cantare con la chitarra in mano” è il noto passaggio di una storica canzone di Toto Cutugno, che rievoca anche un po’ di nostalgia dell’Italia di quegli anni. Oggi a chiedere di poter continuare a cantare è l’allodola: ogni anno nel Belpaese ne vengono uccise due milioni. Firmando la petizione Lipu possiamo fare qualcosa.

allodola

I numeri
Dal 2000 al 2014, la popolazione di allodola si è ridotta del 45% (dati Mito2000), con un forte calo soprattutto in Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, regioni che ospitavano le popolazioni più importanti a livello nazionale.
L’Italia ha una grande responsabilità sul destino di questo piccolo uccello, dal peso di soli 40 grammi, perché dei 2,5 milioni di esemplari uccisi dai cacciatori in Europa, ben 1,8 trovano la morte lungo lo Stivale, pari al 73% del totale. 

Piove sempre sul bagnato: l’allodola è minacciata anche dall’agricoltura intensiva. “Nidificando a terra, viene travolta dalle veloci falciatrici che entrano in azione proprio quando le uova o i piccoli sono nel nido – spiega Marco Gustin, responsabile Specie e ricerca Lipu-BirdLife Italia – e l’utilizzo di diserbanti impoverisce di erba spontanea i campi, fonti di cibo durante l’autunno e l’inverno.
In Italia, infatti, l’allodola (Alauda arvensis) è nidificante, migratrice e svernante. Si riproduce in campi coltivati, pascoli, brughiere, praterie montane, prati stabili, medicai, dune sabbiose e steppe.

Cosa fare
La Lipu-BirdLife Italia ha lanciato la petizione per chiedere un Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri che vieti la caccia all’allodola, alle Regioni l’esclusione della specie dai calendari venatori e all’Ispra il parere negativo sulla cacciabilità dell’allodola accompagnato a un adeguato piano di gestione della specie.
“Sono troppe le allodole uccise ogni anno e tantissimi i reati contestati per l’eccessivo abbattimento di questa specie. Con le decine di migliaia di firme che raccoglieremo – conclude il presidente Lipu – chiederemo al premier Renzi di proteggere questa preziosa e delicatissima specie dei nostri cieli”.

Firmiamo la petizione, io l’ho già fatto

Un pensiero su “#LasciatemiCantare: le tenere allodole hanno bisogno di noi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...