Olio di oliva, come conservarlo

L’olio extra vergine di oliva ha molti amici, ma tre nemici che potrebbero essergli fatali.
Il primo è la luce perché accelera il processo di ossidazione, alterandone il sapore giorno dopo giorno. Per evitare la “sciagura” molti produttori usano bottiglie di vetro scuro oppure le avvolgono in un foglio di carta stagnola.bruschetta-603115_640

Il secondo nemico è il calore, che fa perdere aroma e freschezza all’olio. Il modo migliore per conservarlo è tenerlo a una temperatura attorno al 14 gradi, in una bottiglia di vetro scuro e al riparo dalla luce.

Gli odori, infine, vanno evitati a ogni costo.

La bottiglia va chiusa per bene ogni volta che si finisce di usare l’olio. Il tappo più indicato è quello a vite, mentre quelli in sughero non sono sufficienti perché assorbono gli odori con cui entrano a contatto.
Per me l’olio extra vergine di oliva è il miglior condimento in assoluto e queste indicazioni le rispetto tutte, ogni giorno.
Non posso certo definirmi una brava cuoca, ma quando cucino del buon olio d’oliva non manca mai nei miei piatti!

Anna Simone

Un pensiero su “Olio di oliva, come conservarlo

  1. Grazie sempre dei tuoi preziosi consigli 🙂 Ho provato come hai detto tu di sostituire il tappo che usavo con il tappo a vite! Una meraviglia, soprattutto per il palato!!! Grazie grazie grazie!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...