Il turismo si fa sostenibile grazie alla nuova rete di ciclovie nazionali

Da quest’anno il turismo in Italia diventa slow ed ecosostenibile grazie alla creazione, avvenuta lo scorso 27 luglio, del sistema delle ciclovie turistiche nazionali. Il progetto coinvolge 8 regioni (Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte, Toscana, Puglia, Campania e Basilicata) e prevede la realizzazione entro il 2018 di tre principali arterie ciclistiche:

  • la Ciclovia Ven-To, da Venezia a Torino
  • la Ciclovia del Sole, da Verona porta a Firenze
  • la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese, da Caposele (AV) fino a Santa Maria di Leuca.
ciclovie-nazionaliFoto da twitter.com

La creazione di questi itinerari turistici è stata prevista dalla Legge di Stabilità del 2016: è la prima volta che le ciclovie vengono considerate come vere e proprie infrastrutture da realizzare nell’ambito di una politica governativa di mobilità ecologica e sostenibile.

Il progetto vuole dar vita a una vera e propria Rete Ciclabile Nazionale, che si inserisce all’interno di Eurovelo, un’iniziativa nata negli anni ‘90 e che ha portato alla realizzazione di 17 percorsi ciclistici che attraversano tutta l’Europa, per un totale di circa 70mila chilometri.

Queste nuove ciclovie turistiche rappresentano, inoltre, l’impegno da parte del governo di valorizzare le linee ferroviarie dismesse, che al momento si snodano per circa 5mila km; niente più binari abbandonati dunque, ma percorsi dove pedalare e camminare ammirando il paesaggio circostante, come desidera da tempo anche la Confederazione Mobilità Dolce.

Vecchie ferrovie e antiche strade ormai dimenticate diventeranno così la base su cui costruire un nuovo modello di turismo green, in grado di produrre, secondo le previsioni del Mit, guadagni per 3,2 miliardi di euro all’anno. Della riconversione delle linee ferroviarie se ne sta occupando anche Enel, in particolare grazie al nuovo progetto Future-E, una vera e propria occasione di incontro e condivisione di idee e iniziative legate alla politica energetica ambientale italiana ed europea.

I 91 milioni di euro destinati da qui al 2018 serviranno prima di tutto per realizzare delle vie ciclabili riservate esclusivamente a mezzi non motorizzati così da salvaguardare l’ambiente; dovranno inoltre garantire degli standard in termini di larghezza e pendenza per essere accessibili a tutti, anche ai disabili.

L’effetto di rimbalzo che si spera di ottenere dalla realizzazione di queste 3 principali ciclovie è di un maggiore controllo del flusso dei visitatori del Bel Paese, che in questo modo potrà essere in parte spostato anche su nuove forme di villeggiatura più eco-friendly.

Nel frattempo sul tema della mobilità sostenibile anche la città di Roma il 21 settembre scorso ha ottenuto la sua grande conquista con la firma per la realizzazione del GRAB, il Grande Raccordo Anulare della Bicicletta, che entrerà di diritto a far parte del sistema delle ciclovie turistiche nazionali. A breve si conosceranno maggiori dettagli riguardo a tempi e costi per dare vita a questi 44 chilometri di percorso pianeggiante tra i principali siti artistici e storici della Capitale. Alcuni tratti comprenderanno strade a traffico intenso, ma sarà garantita un’adeguata protezione della pista ciclabile.

8 pensieri su “Il turismo si fa sostenibile grazie alla nuova rete di ciclovie nazionali

  1. Se anche l’occhio vuole la sua parte, oltre a tutti i benefici che ne divengono, il nuovo avvento di percorsi dove pedalare e camminare mi sembra davvero il massimo anche a livello estetico!

  2. Pingback: Wow… spero davvero si realizzi 🌳🚴‍♀️🌴 – laformadellafantasia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...