Taxi condiviso gestito tramite app

Dal fronte della mobilità sostenibile arriva una bella notizia: ha preso il via a Mestre (Venezia) il servizio di taxi condiviso “on demand”, grazie all’app made in Italy Mvmant.uso_live1In sostanza, si può prendere il taxi insieme ad altre persone che fanno la stessa tratta: ci pensa la piattaforma a organizzare in tempo reale in un’unica corsa il trasporto di più persone con le stesse esigenze di tragitto.

Una volta scaricata l’applicazione bisogna geolocalizzarsi, prenotare e pagare la corsa direttamente tramite il proprio smartphone, conoscendo così sin da subito tratta e relativi costi, stabiliti sulla base del chilometraggio effettivo del percorso (0,85 € al chilometro). Per ora il servizio copre solo il centro di Mestre ed è attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 7.30 alle 20:00.
mappalineeVe ne parlo perché quando si è impossibilitati a prendere i mezzi pubblici, magari potrebbe tornare utile prendere un taxi collettivo, così da avere meno spese (i taxi di solito sono cari) e un minor inquinamento. Tra l’altro, Mvmant è il primo caso al mondo che vede la piena integrazione di un’app per la mobilità condivisa e un servizio di taxi tradizionali e autorizzati (è gestito dalla cooperativa artigiana Radiotaxi Venezia Mestre). Questa città ha preceduto di poco il lancio a Dubai, dove l’autorità locale dei trasporti ha selezionato proprio questa piattaforma per tagliare la congestione del traffico del 20% e ridurre le emissioni di CO2 del 30%.

Anna Simone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...