Radiazioni elettromagnetiche in casa, come limitarne l’impatto

In tutte le abitazioni vengono utilizzate apparecchiature che producono campi elettromagnetici; come possiamo limitarne l’esposizione che si concentra in prossimità di alcuni elettrodomestici?
campi elettromagneticiUtilizzando la cucina a induzione, per i campi magnetici sviluppati, è preferibile tenere una certa distanza dalle piastre, indicativamente 10 centimetri.
“Se si pensa ai campi elettromagnetici, si è portati a collegarli alle nuove stazioni radio base per la telefonia cellulare e ai tralicci dell’alta tensione, ma le esposizioni più elevate spesso derivano proprio da un uso non appropriato degli apparecchi elettronici”, spiega Luca Verdi, responsabile del Laboratorio chimico fisico dell’Agenzia provinciale per l’ambiente di Bolzano.

Consigli da seguire
Il forno a microonde permette di riscaldare alimenti in tempi rapidi mediante radiazioni ad alta frequenza (2,45 GHz). Una piccola parte delle radiazioni – si legge sul sito dell’Agenzia provinciale per l’ambiente di Bolzano – esce dall’involucro di metallo che compone il forno, in particolare dal lato frontale, nonostante la schermatura.

microwave-2326231_640.png

È ben evitare di sostare davanti al forno, considerando che gli occhi sono sensibili agli aumenti di temperatura. Bisogna tenere puliti lo sportello, le guarnizioni e l’interno del forno, e controllare in particolare la chiusura e le guarnizioni.

Un altro elettrodomestico sempre più diffuso è la cucina a induzione, dove il riscaldamento del cibo si ottiene tramite campi magnetici a media frequenza (20-100 kHz), che penetrano nel fondo delle pentole, provocando un effetto termico. Una parte del campo magnetico non viene assorbita dalla pentola, nonostante si utilizzi del pentolame adeguato.
cucina induzione
In generale è buon norma utilizzare le piastre posteriori, soprattutto quando si deve impiegare grossa potenza.
È comunque preferibile – raccomanda l’Agenzia provinciale per l’ambiente di Bolzano – tenere una certa distanza (indicativamente 10 cm) dalle piastre.

Nelle case sono spesso installati anche modem WIFI e telefoni cordless, che producono radiazioni elettromagnetiche ad alta frequenza. Ad un metro di distanza il valore del campo elettromagnetico è basso,  quindi è bene non tenere questi apparecchi sul comodino, prediligendo posizioni dove non si sosta a lungo.

 

Anna Simone

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...