Caldo, come difendersi dalle ondate di calore

Posted by

Arriva la stagione stiva e iniziano i problemi con le alte temperature: caldo sia di giorno sia di notte, spossatezza, stanchezza, difficoltà di concentrazione, sudore e così via.
Il ministero della Salute consiglia alcuni comportamenti da adottare per proteggersi dalle ondate di calore.

Non uscire nelle ore più calde: durante le giornate molto afose o calde devono essere ridotte le uscite nella fascia oraria compresa tra le 11.00 e le 18.00.

Migliorare l’ambiente domestico e di lavoro: si possono schermare le finestre esposte a sud e a sud-ovest con tende e oscuranti regolabili (persiane, veneziane) così da bloccare il passaggio della luce, ma non quello dell’aria.
Chi ha i condizionatori deve accenderli evitando di regolare la temperatura a livelli troppo bassi rispetto alla temperatura esterna. La differenza tra il gradi di calore e la temperatura deve essere di qualche grado, ad ogni modo una temperatura sui 27°C con un basso tasso di umidità garantisce il benessere e non espone a bruschi sbalzi termici rispetto all’esterno.
L’uso dei ventilatori tradizionali, invece, quando la temperatura interna supera i 32°C, è sconsigliato perché non è efficace per combattere gli effetti del caldo e consuma solo energia.

Assumere molti liquidi: in primis bere l’acqua e poi mangiare frutta e verdura fresca. Gli anziani, anche se non sentono lo stimolo della sete, devono ricordarsi di bere.
In caso di condizioni di salute particolari (come l’epilessia, le malattie del cuore, del rene o del fegato) l’assunzione eccessiva di liquidi è controindicata, quindi se si è affetti da qualche malattia bisogna consultare il medico prima di aumentare l’assunzione di liquidi.

Leggerezza: la digestione aumenta la produzione di calore nel corpo, meglio fare pasti leggeri.
Per i vestiti è bene indossarne di comodi e leggeri, in fibre naturali, come cotone, lino o senta, invece sono da evitare le fibre sintetiche che non lasciano traspirare la pelle e le tonalità cromatiche scure.
All’aperto è utile indossare cappelli leggeri e di colore chiaro per proteggere la testa dal sole diretto.

Trasporti: prima di prendere l’auto, bisogna ventilare l’abitacolo per qualche minuti, anche se il veicolo ha un impianto di ventilazione. In questo caso, la temperatura va regolata su valori di circa 5 gradi inferiori alla temperatura esterna, evitando di orientare le bocchette della climatizzazione direttamente sui passeggeri. Se ci si deve mettere in viaggio, vanno evitate le ore più calde della giornata e va tenuta una scorta d’acqua fresca a portata di mano.
I neonati, i bambini, gli animali e gli anziani non vanno mai lasciati in macchina, neanche per brevi periodi.

Sport: gli sportivi devono evitare l’esercizio fisico nelle ore più calde della giornata e tutte le volte che si fa attività fisica, bisogna compensare la perdita di elettroliti con gli integratori.

Buon senso: occuparsi delle persone a rischio, facendo visita almeno due volte al giorno e controllare che non mostrino sintomi di disturbi dovuti al caldo.
Dare molta acqua fresca agli animali domestici e lasciarla in una zona ombreggiata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...