Tatuaggi e trucco permanente: i rischi

Posted by

Che sia un trucco permanente alle sopracciglia, alle labbra, agli occhi o che sia un tatuaggio, il rischio che possano far male alla nostra salute c’è. Tutto dipende dalla qualità degli inchiostri utilizzati, non a caso ci si è attivati per dei controlli sistematici.
Col tatuaggio si iniettano inchiostri colorati nello strato superiore della pelle così da realizzare disegni, simboli e lettere. In commercio si trovano pigmenti di varia natura: di origine vegetale, di origine inorganica minerale o di sintesi industriale. È super importante che i pigmenti non contengano microrganismi patogeni o potenzialmente pericolosi, né sostanze chimiche irritanti, sensibilizzanti o cancerogene (come i metalli pesanti o le ammine aromatiche).

L’Arpa Piemonte e l’Agenzia provinciale per l’ambiente dell’Alto Adige sono tra i pochi laboratori italiani ed europei a fare controlli ufficiali sui colori per i tatuaggi, un’attività iniziata nel 2009 che è stata intensificata di recente a causa dei frequenti superamenti dei limiti di legge.

Nell’applicazione del tatuaggio, così come del trucco permanente, gli inchiostri colorati sono iniettati nel derma dove rimangono a lungo esponendo quindi le persone all’effetto a lungo termine delle sostanze chimiche in essi contenute, compresi i loro prodotti di degradazione. “Oltre l’80% dei coloranti contenuti negli inchiostri per tatuaggi sono prodotti chimici organici e più del 60% di essi sono azo-pigmenti, fra i quali alcuni in grado di liberare sostanze riconosciute come cancerogene dall’Unione europea”, spiega Falvio Ciesa, referente per la sicurezza delle sostanze chimiche (Reach) presso il Laboratorio analisi alimenti dell’Agenzia per l’ambiente.

tatuaggio-mani

Il Ministero della salute e l’Istituto superiore di sanità, nel 2017 hanno sottoscritto un accordo di collaborazione con l’obiettivo di realizzare il progetto “sviluppo e validazione di metodi analitici per la determinazione di sostanze pericolose negli inchiostri per tatuaggi e trucco permanente”. Per la realizzazione ci si avvarrà della collaborazione dell’Agenzia regionale per l’ambiente del Piemonte e dell’Agenzia provinciale per l’ambiente di Bolzano, laboratori ufficiali per svolgere le attività di controllo analitico secondo tale regolamento. In caso di dubbi rivolgetevi a questi due enti.

Qui un breve video sui rischi http://ambiente.provincia.bz.it/video.asp

 

 

 

 

 

One comment

  1. Mi chiedo come mai siano solo due le regioni capofila i questa attività di controllo… Bisognerebbe forse creare una struttura ad hoc che controlli gli inchiostri prima dell’immissione in commercio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...