Spreco alimentare, i consigli per non buttare il cibo

Posted by

Quando buttiamo il cibo andato a male nella spazzatura magari ci dispiace anche, ma continuiamo a farlo di settimana in settimana.
Ci sono dei piccoli accorgimenti che ci suggerisce la Coldiretti da mettere in pratica per smettere di riempire il cestino dell’umido sia a casa sia quando mangiamo fuori.
1. È bene programmare la propria spesa, facendo la tradizionale lista e prediligendo acquisti ridotti ma più frequenti. La maxispesa nei supermercati aumenta il rischio di ritrovarsi nel frigorifero dei prodotti scaduti.

2. Se si riesce a prediligere le filiere corte con l’acquisto di prodotti locali, inoltre, si taglia fino al 60% lo spreco alimentare. “Coloro che comprano tramite reti alimentari alternative sprecano meno perché – spiega la Coldiretti – i cibi in vendita sono più freschi e durano di più e perché non devono percorrere lunghe distanze con le emissioni in atmosfera dovute alla combustione di benzina e gasolio. Meglio, dunque, prediligere i prodotti di stagione, scegliendo la frutta e le verdure al giusto grado di maturazione e conservandola adeguatamente, senza tenere insieme quella che si intende consumare a breve con quella che si prevede di conservare più a lungo”.

3. Controllare sempre l’etichetta dovrebbe essere un’abitudine automatica, “da consumarsi entro” vuol dire che prodotto va mangiato obbligatoriamente entro la data indicata, mentre “da consumarsi preferibilmente entro il…” significa che il prodotto mantiene le proprietà organolettiche e gustative, o nutrizionali specifiche, in adeguate condizioni di conservazione entro un determinato giorno.

4. Per evitare gli sprechi anche al ristorante non ci si deve vergognare di chiedere la doggy bag, la scatola che permette di portare a casa gli avanzi dei pasti consumati. All’estero è una pratica diffusa, mentre in Italia non ancora, anche se quasi tutti i ristoranti sono attrezzati con vaschette alimentari per portare via il cibo.

5. La maggior parte di noi avrà visto le nonne o le mamme preparare piatti per consumare o riciclare degli alimenti prima che vadano a male: dobbiamo imparare a farlo anche noi. I piatti antispreco sono tanti, come le polpette con carne macinata, uova, pane raffermo e formaggio, oppure la frittata di pasta per riutilizzare gli spaghetti del giorno prima, ancora la pizza rustica per consumare le verdure avanzate avvolgendole in una croccante sfoglia. Ma anche la frutta può essere facilmente recuperata con una semplice macedonia.

polpette carne

Anna Simone

 

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...