Raffreddore, rimedi naturali

Posted by

Il raffreddore è un classico malanno che prendiamo più o meno tutti almeno una volta l’anno. Molti di noi lo tollerano poco perché infastiditi dai sintomi vari che comporta, così si iniziano a prendere farmaci da banco.
Io sono per il decorso naturale, ma aiuto l’organismo con la vitamina C prediligendo quella contenuta nel succo di limone, arance e kiwi a polpa gialla, questi ultimi – ho scoperto di recente – ne contengono una dose tre volte superiore a quella delle arance.
La vitamina C ha proprietà antibatteriche e antivirali perché agisce stimolando la sintesi dei globuli bianchi, produttori di anticorpi e quella dell’interferone, che impedisce la penetrazione del virus nelle cellule.
alimenti ricchi di vitamina C

All’alimentazione aggiungo i fumenti, efficaci per decongestionare il naso. È un rimedio della nonna, molto di moda in passato.
Sono semplici da fare, bisogna portare a ebollizione un paio di litri di acqua, versarla in un recipiente, aggiungere 7/8 gocce di olio essenziale e inalare il vapore sprigionato dall’acqua bollente per circa un quarto d’ora coprendo recipiente e capo con un asciugamano; se avete i capelli lunghi legateli, per evitare che vadano sul viso!

Tra gli oli essenziali che più contribuiscono a sciogliere muchi in eccesso, attenuando i sintomi di tosse e raffreddore, spiccano l’eucalipto, la menta piperita e il tea tree, che trovate in erboristeria oppure nei negozi che vendono cibi naturali/biologici. Non mischiateli tra loro, comprate quello che preferite. Il costo è di circa 10 euro, ma un flaconcino dura abbastanza perché ne servono poche gocce.

Se non li avete in casa e non volete uscire apposta per acquistarli, potete mettere nell’acqua bollente delle fettine di limone e qualche tocchetto di radice di zenzero, dall’azione decongestionante, e procedere con i fumenti. L’operazione suffumigi va ripetuta un paio di volte al dì, per 3 o 4 giorni. Quando respirate il vapore non dimenticate di tenere vicino dei fazzolettini di carta per soffiare il naso.

Anna Simone

4 comments

  1. Articolo che risulta molto utile in qualsiasi momento dell’anno, con le estati “ballerine” che fa da qualche anno non mancano raffreddori anche nei momenti più caldi.

Rispondi a Matteo G. Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...