Parchi Naturali, come diventare junior ranger

C’è un bel progetto in Alto Adige: un corso per diventare Junior ranger e far appassionare i ragazzi al mondo vegetale e animale.
Beati loro, quando ero piccola io queste iniziative dalle mie parti non c’erano!
parchi- altoatesino-maontagna-bambiniI bambini tra i 10 e gli 11 anni avranno modo di osservare la natura in tutte le sue sfaccettature imparandone il rispetto. Conosceranno il mondo degli insetti, gli habitat pericolosi, l’orientamento con la cartina e la bussola e il gps, il primo soccorso, l’osservazione degli animali selvatici, la scoperta degli organismi acquatici e gli alimenti commestibili in natura per il training di sopravvivenza.
Quanti di noi ne sanno abbastanza su questi argomenti? Suppongo non molti 🙂 Continua a leggere “Parchi Naturali, come diventare junior ranger”

Giochi di delfini, la tristezza dei delfinari

Quanto sono teneri i delfini? Tanto, con quella forma buffa e la loro voglia di giocare. Sapete che sono animali dotati di un naturale localizzatore biologico, chiamato biosonar? Lo utilizzano per orientarsi in mare, comunicare, cacciare e per evidenziare a distanza l’esistenza di ostacoli; producono, infatti, ultrasuoni e percepiscono l’eco riflessa dagli ostacoli che trovano sul cammino.
dolphin-delfinoSono delle caratteristiche naturali ricche di fascino. Purtroppo, scompaiano nei delfinari dove non possono utilizzare il loro biosonar. Ma non è tutto. In questa sorta di prigioni d’acqua un delfino è costretto a muoversi in una vasca artificiale con un’aspettativa di vita pari alla metà degli anni di un delfino che vive in mare in libertà. Nei parchi marini o acquari raramente un delfino vive oltre i 20 anni, viceversa in mare può vivere fino a oltre 50 anni. Tra l’altro, sono numerosi i delfini che muoiono durante la cattura e il trasporto.

Gli acquari, gli zoo marini e i delfinari sono strutture con finalità di lucro che utilizzano i delfini per esibizioni che non hanno nulla di naturale, vengono indotte con pratiche di addestramento coercitivo, come la privazione di cibo e la segregazione. Continua a leggere “Giochi di delfini, la tristezza dei delfinari”

Bari, la riqualificazione di largo Albicocca

Largo Albicocca, a Bari, è una delle piazze più suggestive e cariche di fascino della città: da oggi in poi sarà anche animata da lucine, tende colorate, ulivi secolari e oggetti di artigianato. La nuova vita è il risultato di un progetto di riqualificazione a firma Ikea, che ha voluto festeggiare così i 10 anni di presenza sul territorio barese.
ikea_immagine-seraleLargo Albicocca è stato trasformato in un profumatissimo orto urbano, con due ulivi secolari al centro della piazza, circondati da piante di agrumi e da oltre sei metri di corbezzolo, arbusto tipico della macchia mediterranea. Nelle aiuole laterali, invece, i sapori mediterranei delle spezie e delle verdure, immancabili nella buona cucina pugliese.
ikea_largo-albicocca-orto-urbanoA corredo delle facciate dei palazzi, sono stati messi dei galletti in ceramica di artigianato barese, balconi allestiti con tende a fantasia e vasi ornamentali, e luci a led, che contribuiscono a scaldare l’atmosfera. Continua a leggere “Bari, la riqualificazione di largo Albicocca”

Sport di montagna, la fiera Pro Winter scalda i muscoli

Agli amanti degli sport di montagna e dell’innovazione tecnologica segnalo Pro Winter, la fiera in cui trovano spazio le premiazioni di fine stagione dei migliori atleti e le novità/idee delle startup per il futuro degli sport alpini. Va in scena a Bolzano e per il 2017 l’appuntamento è dal 19 al 21 aprile presso il polo fieristico della città.
skis-sci-prowinter-fiera-bolzanoTra novità segnalo una notizia che trovo interessante: l’istituzione del Prowinter Observatory on sport rental business, cioè un osservatorio permanente sul settore del noleggio, per studiarne le dinamiche, conoscerne i numeri e recepirne le richieste.

La good news è che il settore del noleggio sportivo, in particolare delle attrezzature da sci, è una realtà consolidata e in crescita. In generale, siamo abituati ad associare al noleggio qualcosa di scadente, ma spesso non è così. Nel corso degli anni è cambiata la domanda ed è cambiata l’offerta, nel senso che sportivi e simpatizzanti hanno iniziato a vedere il noleggio di buon occhio e di pari passo l’offerta punta su attrezzature di qualità, tecnologiche e sicure.

Io sono contenta, del resto il noleggio è amico dell’ambiente. Partiamo dalla domanda: che fine fa l’attrezzatura acquistata? Diventa rifiuto dopo qualche anno, quando decidiamo di comprare altro di più moderno. Nella peggiore delle ipotesi, diventa inutilizzata già da subito, perché magari perdiamo interesse per quel tipo di sport dedicandoci ad altro, depositando in cantina l’attrezzatura del nostro passato amore sportivo. Continua a leggere “Sport di montagna, la fiera Pro Winter scalda i muscoli”

Sostenibilità ambientale, il 62% degli italiani dice sì

Finalmente la sostenibilità ha fatto breccia nel cuore e nella mente degli italiani, sono 31 milioni coloro che si dichiarano molto interessati ad adottare comportamenti virtuosi sia in casa sia al di fuori delle mura domestiche.
Dalla corretta raccolta differenziata alla scelta di prodotti naturali, bio e biodegradabili, la metà degli intervistati è disposta anche a spendere qualcosa di più per servizi e beni di consumo sostenibili, non certo per la gloria, ma per tutelare l’ambiente, la salute personale e quella dei propri familiari.
sostenibile-vita-sostenibile

Continua a leggere “Sostenibilità ambientale, il 62% degli italiani dice sì”