Taxi condiviso gestito tramite app

Dal fronte della mobilità sostenibile arriva una bella notizia: ha preso il via a Mestre (Venezia) il servizio di taxi condiviso “on demand”, grazie all’app made in Italy Mvmant.uso_live1In sostanza, si può prendere il taxi insieme ad altre persone che fanno la stessa tratta: ci pensa la piattaforma a organizzare in tempo reale in un’unica corsa il trasporto di più persone con le stesse esigenze di tragitto.

Una volta scaricata l’applicazione bisogna geolocalizzarsi, prenotare e pagare la corsa direttamente tramite il proprio smartphone, conoscendo così sin da subito tratta e relativi costi, stabiliti sulla base del chilometraggio effettivo del percorso (0,85 € al chilometro). Per ora il servizio copre solo il centro di Mestre ed è attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 7.30 alle 20:00. Continua a leggere “Taxi condiviso gestito tramite app”

Il turismo si fa sostenibile grazie alla nuova rete di ciclovie nazionali

Da quest’anno il turismo in Italia diventa slow ed ecosostenibile grazie alla creazione, avvenuta lo scorso 27 luglio, del sistema delle ciclovie turistiche nazionali. Il progetto coinvolge 8 regioni (Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte, Toscana, Puglia, Campania e Basilicata) e prevede la realizzazione entro il 2018 di tre principali arterie ciclistiche:

  • la Ciclovia Ven-To, da Venezia a Torino
  • la Ciclovia del Sole, da Verona porta a Firenze
  • la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese, da Caposele (AV) fino a Santa Maria di Leuca.
ciclovie-nazionaliFoto da twitter.com

Continua a leggere “Il turismo si fa sostenibile grazie alla nuova rete di ciclovie nazionali”

Almeno a Milano prendiamo i mezzi pubblici

Lamentarsi dell’efficienza dei mezzi pubblici milanesi non ha senso. Io che per alcuni anni ho vissuto a Roma, so cosa vuol dire aspettare in eterno il bus, la metro o il tram. Qualche settimana fa ero nella Capitale, ho atteso 35 minuti prima di riuscire a salire sulla metro della linea B (ero a Termini, snodo fondamentale): nessun incidente, semplicemente chi decide ha pensato di far passare una corsa ogni sei minuti, durante l’ora di punta. Da folli.

Milano l’adoro solo per l’efficienza del trasporto pubblico urbano, uscire di casa e sapere esattamente a che ora si arriverà a destinazione è fantastico. Sarebbe ancora meglio se tutti sfruttassero questo servizio, evitando di riempire le strade con moto e auto, che contribuiscono solo a creare  traffico e a immettere gas inquinanti in atmosfera.

Liberiamoci delle auto: usiamo bici, metro, tram e autobus!

Anna Simone

Ok il treno per non inquinare, ma non se ci svieni

treno malfunzionante

Ieri ho rischiato di svenire durante un’ora e mezza, su un treno-gabbia della tratta Cassino-Roma. Sono dei criminali quelli che mettono in circolazione dei vagoni con l’aria condizionata rotta, soprattutto se i finestrini non si aprono e il tragitto da percorrere è alle due del pomeriggio. Niente di nuovo? Affatto, queste cose vanno rese pubbliche ogni volta che capitano perché deve finire il rimpallo di responsabilità tra Trenitalia e Regione Lazio. Continua a leggere “Ok il treno per non inquinare, ma non se ci svieni”

Italo, il treno sostenibile

Il prossimo spostamento Roma-Milano sarà con Italo e non vedo l’ora! Mi immagino dei sedili super comodi, quasi rilassanti che fanno dimenticare di guardare l’orologio ogni 10 minuti… Se non si è costretti a lavorare, quando si viaggia in treno, non c’è niente di meglio che  guardare serenamente tratte di paesaggio, alcuni scorci sono davvero belli!

Continua a leggere “Italo, il treno sostenibile”