Pulire la lavatrice con l’aceto: perché farlo

La lavatrice è tra i migliori amici in casa. Vi ricordate l’agitazione provata l’ultima volta che si è rotta? Io sì, considerando che era in funzione con i miei vestiti nel cestello. Ci tengo tantissimo al suo stato di salute, un benessere che si ripercuote anche su di me!
washhouse-lavatrice

C’è poco da fare: per avere un bucato impeccabile bisogna prendersi cura della lavatrice, un po’ come fosse una persona. E da quando il tecnico mi ha consigliato degli accorgimenti, li metto in pratica per non avere guai.

Ogni due mesi faccio andare la lavatrice a vuoto senza bucato, impostando un lavaggio a 60° con tre bicchieri di aceto di vino bianco. Questo permette di mantenere la macchina e le tubature pulite, evitando l’accumulo di sporco e soprattutto di calcare.
Tra l’altro, l’aceto è l’alternativa ecologica all’utilizzo dell’ammorbidente, basta aggiungere al detersivo 100 ml di aceto bianco a ogni ciclo di lavaggio per impedire la formazione del calcare e avere dei capi puliti e soffici al tatto. Continua a leggere “Pulire la lavatrice con l’aceto: perché farlo”

Tisana allo zenzero e tè verde per dimagrire

Se la pancetta è cresciuta bisogna correre ai ripari. Addio vita sedentaria, meno dolci, più cibi sani, meno alcolici e via libera alla tisana a base ingredienti “anti-pancia”.

zenzero proprietà

La tisana per dimagrire
Andata in erboristeria e acquistate tè verde in foglie, buccia di pompelmo essiccata, e zenzero.
Il procedimento per preparare la tisana è quello di sempre, cioè portate a ebollizione l’acqua e lasciate in infusione gli ingredienti per circa 10 minuti, filtrate e bevete. E’ ottima sia calda sia fresca. Continua a leggere “Tisana allo zenzero e tè verde per dimagrire”

Pentola bruciata, come rimediare

A chi non è mai capitato di distrarsi ai fornelli e avere come risultato alimenti da buttare e pentola bruciacchiata?
Io vanto varie esperienze da raccontare, ma per non demoralizzarmi preferisco concentrarmi sui rimedi naturali per ovviare a questo tipo di piccoli guai.
pentola bruciata 2

Se la quantità di bruciato non è molta, il consiglio è mettere sul fornello la pentola incriminata con un po’ d’acqua dentro, a fuoco basso mi raccomando. Mentre l’acqua si scalda, con un cucchiaio iniziate a grattare il fondo. Dopo una decina di minuti spegnete e continuate l’operazione con una paglietta metallica da cucina: l’acqua non deve essere troppo calda altrimenti rischiate di scottarvi.

In caso di pentole pesantemente bruciate, dopo aver rimosso i residui di cibo carbonizzati, mettete un po’ d’acqua, una manciata di sale grosso e una manciata di bicarbonato di sodio. Fate bollire per mezzora, spegnete e lasciate il liquido nella pentola tutta la notte. Il giorno dopo lavatela con del sapone per piatti, tornerà come nuova.

Anna Simone

Come togliere la muffa in casa, i rimedi naturali

La muffa in casa inizia con delle piccole macchioline scure, di solito sulle pareti. È bene non trascurarla sia perché la problematica potrebbe ingigantirsi sia perché le muffe sono degli allergeni, cioè delle sostanze che potrebbero scatenare delle reazioni del nostro sistema immunitario. Insomma, non è solo una questione estetica, ma è soprattutto un rischio per la salute.

muffa in casa foto.jpg

Ci sono dei comportamenti da mettere in pratica ogni giorno (ricambio d’aria in tutte le stanze, nessun acquario in casa, non stendere i panni tra le mura domestiche, aprire le finestre mentre si cucina e così via) e poi ci sono dei rimedi naturali come l’aceto, acqua ossigenata e alcuni oli essenziali.
Su Tiscali ambiente un mio articolo sull’argomento, con i consigli di un esperto del settore.

Anna Simone

Contro le zanzare, rimedi naturali per case e giardini

Arriva la bella stagione e tornano le piccole ma fastidiosissime zanzare. Che fare? In primis, è bene eliminare tutto ciò che potrebbe incentivare la schiusa delle loro uova, nello specifico l’abbandono all’aperto dei materiali che possano raccogliere l’acqua piovana, dunque eliminare l’acqua dai sottovasi, dagli annaffiatoi, dai bidoni, dai copertoni usati delle auto.
Sfortunatamente alcune piante richiedono acqua nei sottovasi. Ero alla ricerca di una soluzione naturale e mi sono imbattuta in Zanzibar.

zanzibar

È un prodotto naturale che contiene un enzima che, grazie alla sua reazione con il calcare normalmente presente nelle acque, produce una barriera di micro-bolle sul pelo dell’acqua non permettendo alle larve di respirare e agli adulti di deporre le uova.

È stato ideato da Eugea, che nasce come spin-off dell’Università degli Studi di Bologna ed è formata da ricercatori del gruppo di ecologia applicata della facoltà di Agraria. Insomma, sono tutti a difesa dell’ambiente così propongono soluzioni ecologiche e funzionali.  Continua a leggere “Contro le zanzare, rimedi naturali per case e giardini”