Dipingo i fiori per non farli morire

frida

Scriveva Frida Kahlo “Dipingo i fiori per non farli morire”. Così ha usato la poesia per spiegare come la bellezza della natura, impressa su tela, diviene immortale.

E immortale è anche l’albero di falso pepe che ispirò il Barone Rampante di Italo Calvino. Avete letto il libro, vero? Non è affascinante e coraggioso il modo di vivere di Cosimo, il protagonista, che un bel giorno decide di salire sugli alberi e non scendere mai più? Riuscì a spostarsi, innamorarsi e infine morire senza mai distaccarsi dai rami. Ha preso spunto dall’idea di Libereso, un botanico molto famoso e giardiniere di Calvino, quando fantasticava che, volendo, si potrebbe andare da Sanremo a Nizza senza mai toccare terra.

Calvino è tra i miei autori preferiti. Suo padre Mario e sua madre Eva avevano una grande passione per la botanica. Basta pensare che quando si trasferirono da Cuba a Sanremo, crearono uno strabiliante giardino sperimentale, attorno a casa loro, villa Meridiana. Peccato che poi alla morte di Mario Calvino tutto è stato venduto e ora un parcheggio sorge al posto della villa di famiglia. Saranno contenti gli amanti del cemento… vuoi mettere d’estate trovarsi nella sgradevole situazione di trovare un po’ di frescura, magari respirando il “profumo” di verde, e vuoi mettere inalare l’aroma dell’asfalto cocente.

Anna Simone

3 pensieri su “Dipingo i fiori per non farli morire

  1. Pingback: Idee regalo: un’orchidea per un’ambientalista. Scatta l’Sos |

  2. Pingback: Città inquinate, se arrivasse la tossica Leonia? |

  3. Pingback: Poesia, si può vivere senza aggiungere altro? |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...