Fa caldo? Indossate tessuti naturali!

Non piace a nessuno avere viso e mani sudaticce, camicia o t-shirt con aloni di sudore, piedi bollenti, pantaloni appiccicati alle gambe e via dicendo, soprattutto se alla doccia mancano ore! Caldo, forse troppo caldo per una primavera che quest’anno sembrava non arrivasse più.  Per chi non abita in posti freschi o deve star fuori tutto il giorno, le temperature troppo alte stressano.

Da GingerLove, stilista italo-irlandese, consigli utilissimi uomo/donna sui tessuti più adatti per sopravvivere nelle città mediterranee, che si trasformano in città equatoriali.

  • Cosa raccomandi?

Scegliere dei tessuti naturali tradizionali, come cotone, lino, bambù e seta. Quest’ultima è la più indicata sia per l’abbigliamento esterno sia per l’intimo. Per essere freschi slip e reggiseni devono avere i tessuti naturali a contatto con la pelle, ad esempio, non ha senso prendere un reggiseno in cotone o in seta, ma poi avere del sintetico nel tessuto della coppa a contatto col seno.  Anche il bambù è un ottimo tessuto naturale, purtroppo poco diffuso e abbastanza costoso. Bandite tutte le stoffe sintetiche come microfibra, lycra, nylon perché il sudore rimane intrappolato nelle fibre creando la fastidiosa sensazione di umido/bagnato, e il cattivo odore è assicurato.

Non fatevi abbindolare da quelle commesse (soprattutto voi maschietti) capaci di vendervi tessuti sintetici al 100%, assicurandovi freschezza e traspirazione anche il 15 di agosto sotto l’ombrellone alle due del pomeriggio!!!

  • Qual è l’abbigliamento più adatto per uomo e per donna durante il periodo caldo?

Le donne dovrebbero indossare vestiti dai colori accesi e tessuti naturali.
Gli uomini camicie in cotone o filo di scozia e pantaloni modello chino, sempre in cotone. Mentre, per le calzature maschili assolutamente no a infradito! Molto tamarri anche i pantaloni bianchi e peggio se bianchi di lino. Altrettanto vietati colori come viola, rosa, fuxia perché l’uomo deve essere uomo! Diverso il discorso se sono attratti da altri uomini.

Per evitare le allergie  dietro l’angolo durante il periodo estivo, Ginger&Love consiglia di usare l’intimo di colore bianco sia per le donne che per gli uomini. «Sono volgari le donne con pantaloni a vita bassa che lasciano vedere gli slip. Al contrario risulta sensuale vedere la bretella del reggiseno bianco di pizzo sotto una camicetta bianca. Il reggiseno deve essere della taglia giusta e non di una taglia in meno perché crea un effetto bruttissimo, e il pizzo non deve essere sintetico».

  •  Cosa non dovrebbe usare un ragazza e cosa non dovrebbe usare un ragazzo?

Le ragazze molto in carne non devono indossare i legging, peggio se poi mettono il cinturone sui fianchi. Gli uomini non devono indossare i pantaloni bianchi, gli infradito, i colori da donna e le mutande color carne. In caso di appuntamento con un soggetto del genere, io mi nasconderei e andrei a casa, oppure gli chiederei di andare a casa a cambiarsi»

 Grazie Ginger Love, con tutte queste informazioni non si verificherà mai quanto segue….

 SITUAZIONE TIPO DA SUDATI:

Siete costretti a prendere i mezzi pubblici e il condizionatore è mal funzionante. In questi casi capitano episodi che non dovrebbero capitare: trovarsi faccia a faccia con gli ex!!! O incontrare qualcuno che ci interessa. Emanuela, una mia amica, sostiene che la maggior parte delle volte si incontra l’altra metà quando si è nelle peggiori condizioni, ad esempio, con i capelli in disordine, la maglietta macchiata o un abbigliamento terribile. Secondo lei sono solo dettagli ininfluenti, perché ci si riconoscerà da uno sguardo e basterà quello. La teoria è interessante, ma direi che in disordine possa andare bene, però se non si è sudati è meglio 🙂

Anna Simone

Forse potrebbe interessarti anche:

In arrivo multe per chi puzza

Lingerie biologica

5 pensieri su “Fa caldo? Indossate tessuti naturali!

  1. υ ஸ ع عണ ല

    Ah questo post mi piace davvero!! Condivido te e ciò che afferma Ginger. Che ne dici di foulard di seta a pois (blu con pallini bianchi o bianchi con pallini – che so? – lilla) e tessuti naturali ma sfiziosi (tipo floreali, che mi sanno tanto di anni ’60)? Sull’intimo sono d’accordissimo: da quando uso il cotone (non sempre bianco, mea culpa) sto decisamente meglio. La Lycra mi fa venire reazioni allergiche molto fastidiose, e la microfibra delle canottiere l’ho accannata da un po’ (tessuti veramente out, orridi!!). Grazie, Ecospì!!

    1. Ciao Paola!
      Anche a me la seta piace, la trovo femminile il che non guasta 🙂
      Un vestitino di seta da sera e’ super carino: certo dipende anche dal modello!
      Per l’intimo la cosa migliore e’ il cotone + elastene… certo il bianco d’inverno risulta un po’ complesso. Bruttissimo vedere una canotta intima bianca sotto un maglione!!!

      1. ρaOℓa

        Anché lì starebbe da Dio la seta… ma vestire così sarebbe un tantino costosetto (e poi forse non riscalda). Poi, non so tu, ma la maglieria intima io la disintegro nel giro di una settimana. :S

  2. Pingback: Corretto uso del climatizzatore |

  3. Pingback: Equinozio di primavera, ma la bella stagione dov’è?! |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...