Creme solari migliori: questione di filtri e giusta quantità

Le creme solari con fattore di protezione elevato non ostacolano l’abbronzatura, quelli che credono il contrario commettono un errore. Durante le ultime vacanze estive al mare ho sentito la mia vicina di ombrellone dire al compagno: ”Domani è il quarto giorno di esposizione, non metto più la crema protettiva perché ormai la pelle si è abituata, altrimenti non mi abbronzo” . E siccome chi si assomiglia si piglia, il tizio ha risposto: “Sì, tanto hai altre due settimane di vacanza, tornerai nerissima”. A me non è rimasto che andare a fare un bagno, per liberarmi rapidamente della mera sciocchezza espressa dalla fan dell’abbronzatura pericolosa!

crema solare

Il valore del fattore di protezione solare, la famosa sigla Spf che troviamo sulle creme, altro non è che il rapporto tra la radiazione solare filtrata e la radiazione trasmessa alla pelle: ad esempio Spf 30 significa che passa 1/30 della radiazione solare (il 3,3%), mentre Spf 50 è uguale a 1/50 (cioè il 2%). Facendo un rapido calcolo il primo filtra il 96,7% dei raggi ultravioletti (UvB) mentre il secondo il 98%. Quindi non si tratta di uno scudo contro il sole! Inoltre, la crema solare protettiva va applicata in abbondanza e spesso, altrimenti è inutile. Forse non tutti sanno che le caratteristiche dei valori Spf e Uv sono calcolate in laboratorio applicando 2mg di prodotto per centimetro quadrato di pelle, all’incirca un cucchiaino di crema per 2 cm quadrati, riducendo la quantità applicata, i valori calano sensibilmente.

Buona abbronzatura, sana!

Anna Simone

P.S. Forse potrebbe interessarti anche:

Scrub per sistemare i residui di abbronzatura

Rimedio della nonna per scottature solari

2 pensieri su “Creme solari migliori: questione di filtri e giusta quantità

  1. Pingback: Crema colorata, amica dell’abbronzatura e nemica delle rughe! |

  2. Pingback: Scottature solari, rimedio naturale |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...